Bottega Fagnola è una legatoria storica di Torino che ha tre diversi rami di attività: la legatoria vera e propria, il restauro di libri e altri materiali a stampa, la vendita di oggetti artigianali in carta autoprodotti, come agende, quaderni e scatole.
Il tutto accomunato da grande qualità e bellezza.

Servizi acquistati: Studio keyword e SEO on-page

Periodo della consulenza: dal 2016 ad oggi

Il nostro team: Tatiana Schirinzi (SEO, architettura delle informazioni), Manuela Vullo (copywriting)

Il team già presente: Francesca Marano (web design)

Mercati: italiano

Sito web: https://www.bottegafagnola.it/

L’analisi della situazione

L’offerta della Bottega Fagnola è ampia e articolata, perché fornisce un’ampia gamma sia di servizi (rilegatura, restauro), sia di prodotti artigianali (agende, scatole e così via).

All’inizio del progetto aveva già un sito piuttosto datato, che non gli permetteva di ottenere nuovi contatti in modo significativo.

L’esigenza della bottega era quindi quella di mettere ordine all’interno dell’offerta e presentarla nel modo migliore sul nuovo sito, così da ottenere più contatti e in ultima analisi più vendite, anche al di fuori di Torino.

L’azienda ha infatti un punto vendita in centro a Torino, ma attraverso il nuovo sito voleva espandere il proprio raggio d’azione.

Avrebbe potuto partire subito con un’e-commerce, almeno per la parte prodotti, ma ha deciso di procedere per gradi, così da valutare i primi risultati e poi andare avanti.

Dal punto di vista SEO ad ogni modo c’erano due mercati da tener presente: quello locale, di Torino, e quello nazionale.

L’attività svolta e i risultati

La prima cosa che ho fatto è stata quella di analizzare prodotti e servizi nel dettaglio, per riordinare l’offerta.

Per ogni servizio, assieme a Paola Fagnola, ho quindi schedato tutte le cose che potevano essere oggetto di quel servizio, quindi ad esempio rilegatura di tesi, atti notarili e libri o restauro di libri, fumetti, fotografie, e così via.

Abbiamo ragionato inoltre su tutte le particolari tecniche e materiali utilizzati, così da ampliare il campo semantico.

Lo stesso abbiamo fatto con i prodotti: li abbiamo elencati e poi per ognuno abbiamo sviscerato i modi per utilizzarlo, i materiali, le particolarità.

Una volta che avevo il quadro dell’offerta chiaro, ho lavorato allo studio keyword, per incrociare i prodotti e i servizi della bottega, con tutte le loro declinazioni, con quello che i loro potenziali clienti cercano su Google ogni mese.

Dallo studio keyword è scaturito l’albero dei contenuti, che prevedeva:

  • le pagine dei servizi
  • le pagine dei prodotti
  • le pagine istituzionali
  • alcune pagine dedicate alla formazione che Bottega Fagnola fa sia internamente, con workshop tematici, sia presso università e altri enti.

Francesca Marano e Paola Fagnola hanno poi lavorato all’impaginazione e alle immagini di ogni pagina, per trasmettere nel modo migliore la bellezza e la qualità dei prodotti e dei servizi e rendere facile il contatto.

Home page del sito Bottega Fagnola

La home del sito della Bottega Fagnola

Parallelamente Manuela Vullo, sempre con l’aiuto di Paola Fagnola, ha lavorato ai testi, ancora una volta da un lato per trasmettere il sapere della bottega, dall’altro per descrivere tecniche, materiali, processi in modo ricco e dettagliato, così da rendere ogni specifica pagina facile da trovare su Google dai potenziali clienti.

A partire dalla messa online del nuovo sito il posizionamento su Google delle parole chiave studiate è cresciuto con costanza, assieme al traffico e ai contatti.

Al momento lavoriamo ad una revisione del lavoro fatto, per migliorare ulteriormente, e alla versione inglese del sito.

Vuoi lavorare con me?

Raccontami tutto e creiamo insieme un progetto su misura per te.